Mauro Gioia

Cantante, attore e regista.

#dischi #ossessione #memoria

Mauro Gioia, napoletano, ha legato le sue creazioni e la sua carriera al recupero della memoria canora della sua città e alla rivisitazione evocativa della sua tradizione teatrale legata al varietà, ai fantasisti del cabaret e dell’avanguardia novecentesca. Tra i suoi spettacoli: Piedigrottagioia e Napoli Muta (esplorano i rapporti tra il cinema muto degli anni Venti e la canzone napoletana, ha debuttato al Théâtre de la Ville di Parigi), Cantasirena (sorta di music-hall napoletano), Naples au baiser du feu operetta di Renato Rascel, Lunga, la strada. Chi era Alekandr Vertinskji? (omaggio a una delle personalità russe più controverse del secolo scorso) Una bella giornata napoletana, nel quale divide la scena con lo scrittore Antonio Pascale. Rendez-vous chez Nino Rota è il suo primo disco nel quale riporta alla luce il canzoniere del compositore milanese duettando con alcune celebri cantanti (nel cast Ute Lemper, Catherine Ringer, Sharleen Spiteri, Maria de Medeiros, Adriana Calcanhotto, Martirio e Susana Rinaldi). Le opere di Mauro Gioia – sempre sospese tra cultura popolare e “divertissement” intellettuale –hanno esplorato i rapporti tra canzone “di scena” e teatro, introducendo un “recitarcantando”, tra glamour ed esotismo, suggestioni cinematografiche e citazioni pittoriche.

StampaEmail

Follow us on